Descrizione

  • Giocatori: 4 giocatori.
  • Requisiti: un mazzo da 40 carte regionali
  • Difficoltà: elementare
  • Scopo del gioco: Totalizzare i punti prestabiliti per la partita (che può andare agli 11, 16 o 21 punti)
  • Distribuzione e gioco

    Il mazziere mette 2 carte sul tavolo, dà 3 carte a ciascun giocatore, iniziando da quello alla propria destra e procedendo in senso antiorario. Ripete questa operazione ed infine distribuisce le ultime 3 carte a ciascun giocatore. Al termine della ditribuzione ogni giocatore avrá 9 carte, mentre 4 carte scoperte si troveranno sul tavolo. Ciascun giocatore a turno gioca una carta: il primo a giocare è il giocatore a destra del mazziere, gli altri seguono in senso antiorario fino ad esaurimento delle carte. Il mazziere cambia ad ogni mano, sempre procedendo in senso antiorario; il mazziere della prima mano viene scelto di comune accordo o per sorteggio. Se la carta giocata è di valore uguale a quello di una carta, o alla somma dei valori di più carte che si trovano sul tavolo, il giocatore prende la carta da lui giocata e quella o quelle di valore corrispondente, e le pone coperte in un mazzetto di fronte a sé; altrimenti lascia la carta sul tavolo. Se un giocatore prende tutte le carte che si trovano sul tavolo, realizza una "scopa": questa vale un punto. Per contrassegnare la scopa effettuata, il giocatore pone nel mazzetto delle sue prese una carta scoperta e la mette di traverso alle altre. Se vi sono diverse combinazioni di carte che il giocatore può prendere giocando una stessa carta, si deve prendere la combinazione composta dal minor numero di carte. Se vi sono più combinazioni composte dallo stesso numero di carte, il giocatore può scegliere tra queste. Per esempio: se vi sono sul tavolo un asso (valore 1), un tre, un quattro, un cinque e un fante (valore 8), il giocatore giocando una donna (valore 9) può prendere a sua scelta l'asso e il fante, oppure il quattro e il cinque (combinazioni formate da due carte). Non può invece prendere l'asso, il tre e il cinque, combinazione formata da tre carte invece che da due. Al termine della mano, tutte le carte eventualmente rimaste sul tavolo vengono prese dal giocatore che ha preso per ultimo.

    Punteggi delle carte

    Al termine di ogni mano viene calcolato il punteggio ottenuto da ciascun giocatore o, se si gioca a coppie, da ciascuna coppia di giocatori nel seguente modo: Si assegnano i 4 punti di "mazzo" dati da:

    • La coppia che ha preso più carte ottiene un punto. Se vi è un pari merito, questo punto non viene assegnato.
    • La coppia che ha preso più carte del seme di quadri (carte francesi) o denari (carte italiane) ottiene un punto. Se vi è un pari merito, questo punto non viene assegnato.
    • La coppia che vince la "primiera" ottiene un punto. La primiera si calcola nel seguente modo: il sette vale 21 punti, il sei vale 18 punti, l'asso ne vale 16, il cinque ne vale 15, il quattro 14 punti, il tre 13 punti, il due 12 punti, le figure 10 punti. Ciascuna coppia somma i punti di una sola carta per ciascun seme, tra quelle che ha preso. Vince la primiera chi totalizza il punteggio più alto. Per esempio: se una coppia di giocatori ha preso il sette di coppe, il sette di bastoni, il sette di denari, e il sei di spade, totalizza 81 punti. L'altra coppia può avere al massimo il sette di spade e i sei degli altri tre semi, che totalizzano 75 punti: quindi la primiera va alla prima coppia. Se vi è un pari merito (per esempio se ciascuna coppia ha preso due sette e i sei degli altri due semi), questo punto non viene assegnato.
    • La coppia che ha preso il sette di quadri o di denari (chiamato "sette bello") ottiene un punto. Inoltre vengono assegnati i seguenti punti:
    • Ogni scopa effettuata durante la mano vale un punto.

    I punti ottenuti in ogni mano vengono sommati a quelli ottenuti nelle mani precedenti; la partita è vinta dalla coppia di giocatori che per primo raggiunge o supera 11 (o 16 o 21) punti. Se le due coppie raggiungono o superano i punti stabiliti nella stessa mano, vince chi ha raggiunto il punteggio più alto. Se vi è un pari merito, si giocano una o più mani di spareggio, finché la parità non è rotta.

Lascia il tuo commento su Regole del gioco Scopone Scientifico